clima che peggiora

Le discussioni sul clima si devono affrontare mantenendo la calma davanti alle provocazione degli scettici

Articolo di Massimo Usai

Ultimamente, mentre ci avviciniamo al vertice sul clima delle Nazioni Unite, che comincia proprio domenica prossima a Glasgow, parecchi giornali conservatori e alcuni politici di tendenza simile, hanno scritto e parlato molto del clima, cercando di sminuire il problema il più possibile.

Il Wall Street Journal (giornale vicino alle posizione dei Repubblicani, nonché’ di proprietà’ di Murdoch) ha pubblicato una serie di articoli firmati da  Bjorn Lomborg negli ultimi mesi

Il danese è ben conosciuto nel mondo scientifico per aver fatto fortuna criticando e sminuendo fortemente ogni articolo o studio scientifico riguardante il peggioramento dello stato di salute del pianeta Terra,

Uno “scettico” sul clima, il danese, uno dei più famosi e conosciuti, che ha minimizzato la minaccia del riscaldamento globale scrivendo articoli e libri che hanno avuto pure un certo successo commerciale.

Ex professore di statistica, Lomborg è salito alla ribalta nel 2001 con la pubblicazione del suo controverso libro The Skeptical Environmentalist (l’ambientalista scettico), che sosteneva di “misurare lo stato reale del mondo”; il libro accettava la realtà del riscaldamento causato dal carbonio, ma concludeva che se “fai le somme”, il costo dell’azione sarebbe maggiore del costo del riscaldamento stesso. 

Lomborg ha vagato per lungo tempo nella mente dei più attenti all’argomento e solo da poco,  i conservatori in giro per il Mondo, stanno cominciando a nominare Lomborg sempre più frequentemente.

Questo nonostante la stragrande maggioranza degli scienziati e studiosi dell’argomento, pensano che sia un’opportunista che usando una disonestà di interpretazione scientifica, si sia solo ritagliato un ruolo che probabilmente gli rende più visibilità pubblica. 

I politici si sono ritirati dalla loro opposizione empirica ai fatti scientifici del cambiamento climatico e hanno ripiegato su una sorta di molto più opportuna opposizione sociopolitica.  

Clima in Italia
Italy, photo by @massimousai

Non è raro leggere dichiarazioni di molti Conservatori negli Stati Uniti e in Europa, che credono che i Governi dovrebbero affrontare il cambiamento climatico, ma “non puoi farlo dove stai uccidendo posti di lavoro”.

In pratica seguono le parole e i concetti che sono alla base delle idee di Lomborg, una reale filosofia fuorviante. 

Dopo l’uragano Ida, ha scritto che il numero di uragani che si abbattono è diminuito, negando in modo goffo che gli oceani più caldi rendono queste tempeste climatiche più potenti. 

In una colonna intitolata “il mondo sta diventando più sicuro dalle inondazioni”, ha usato statistiche a lungo termine per ridurre al minimo la recente devastazione delle inondazioni. 

Non solo, ha anche insinuato che il riscaldamento globale ha ridotto i morti per freddo e che questo riscaldamento ha portato più favori che morti causati dal calore della Terra, come se il problema con il cambiamento climatico fosse che aumenterebbe il numero assoluto di morti sulla Terra all’anno.

Qualunque sia il merito argomentativo delle parole che vengono usate, il loro scopo retorico è chiaro e pericoloso. 

Per i Conservatori, il Global Warming e la sola parola “clima”, è pericolosa non perché minaccia di stravolgere il pianeta, ma perché apre la porta a politiche progressiste che cercano in ogni modo di combattere.

 La destra, ed è chiaro che sia così, preferisce vedere il mondo cadere a pezzi piuttosto che vedere i governi attuare importanti trasformazioni per frenare i combustibili fossili, anche perche’ chi finanzia i loro libri, convegni e la loro adagiata vita, sono proprio coloro che questi combustibili fossili, li gestisce e li governa nel Mondo.

Così il consenso da parte della Destra,, sulla questione climatica è arrivato ad assomigliare alla linea conservatrice sul Covid e in particolare su come affrontarlo: il pericolo non è nella malattia, ma nella cura.

Ho scritto sul Clima anche lo scorso 8, Ottobre, 2021, esattamente l’articolo e’ qui.

Leave a Reply